“Sirena d’oro”, torna il premio ai migliori oli extravergini di oliva DOP, IGP e Bio italiani

Dal 4 febbraio al 4 marzo sono aperte le iscrizioni per la 17esima edizione del Premio Nazionale Sirena d’Oro di Sorrento 2019.

Il premio ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare gli oli extravergini di oliva italiani a Denominazione di Origine Protetta (DOP), Indicazione Geografica Protetta (IGP) e Biologici e di confrontarsi con le produzioni olivicole internazionali di Portogallo, che nell’ultimo anno ha visto crescere in maniera esponenziale l’olivicoltura e Giappone, grazie al gemellaggio con la città di Kumano, che riconferma la propria presenza dopo la partecipazione al Premio del 2018.

Il premio, che si svolgerà dal 29 al 31 marzo a Sorrento, è strutturato in varie sezioni:

  • Sirena d’Oro di Sorrento 2019 Premio Nazionale Olio extravergine di oliva DOP, IGP e Bio:
  • Premio Speciale Olio dal Portogallo, riservato agli oli extravergini di oliva DOP e Bio prodotti in Portogallo;
  • Premio Speciale Olio dal Giappone, riservato agli oli extravergini di oliva e agli oli extravergini di oliva con certificazione JAS (Japan Agricultural Standards) prodotti in Giappone;
  • Premio Speciale Sicilia, riservato al miglior olio siciliano tra gli iscritti alle categorie DOP, IGP e Bio in omaggio alla terra di Sicilia e in collaborazione con il Consorzio di tutela DOP Monte Etna:
  • Premio Speciale Campania, riservato al miglior olio campano DOP e Bio per valorizzare le migliori produzioni regionali in un contesto di competizione nazionale;
  • Finestra sulla Cina, un omaggio ad una grande nazione che si sta affacciando nel mondo dell’olio;
  • Menzioni di Merito, attestati assegnati agli oli che pur non vincendo si sono distinti ottenendo punteggi di eccellenza.

Tutti gli oli a concorso saranno sottoposti ad analisi sensoriale da parte di un panel di esperti che li valuterà e li classificherà secondo i metodi del Consiglio Oleicolo Internazionale (COI) e dell’Unione Europea.

Informazioni sul Premio Sirena d’Oro sono disponibili sul sito del Comune di Sorrento e sul sito http://www.sirenadoro.org.